Crea sito
Venerdì 20 Ottobre 2017
Text Size

I computer sono degli strumenti utilizzati per elaborare informazione. Tutti i dati, immessi attraverso tastiere o altre periferiche di input (CD-ROM,  penne USB etc...) vengono tradotti in numeri che lui, attraverso software dedicati che si interfacciano con l'hardware (i componenti interni), elabora e restituisce in forma grafica comprensibile all'uomo. I personal Computer si compongono di due parti: una parte fisica (hardware) e una parte software (programmi). L'hardware sono le parti all’interne del computer (microprocessore, schede, cavi, ecc... ) nonché le periferiche a lui collegate come il monitor, la tastiera, il mouse, etc… Per software, invece, si intende l’insieme dei programmi che permettono l’interfacciamento utente-macchina e che ci permettono di scrivere, disegnare, riprodurre video o audio, giocare, etc...I componenti di base che sono presenti all’interno dei computer sono:
1) La scheda madre (motherboard) che si trova all’interno del case (la “scatola” che racchiude tutte le parti) ed è visibile solamente una volta aperto quest’ultimo; si presenta come un circuito stampato composto di circuiti elettronici sul quale sono montate varie parti: il processore, la RAM, il BIOS, il chipset, la scheda video, la scheda audio, la scheda di rete etc...Oltre alle parti che non sono fissate sulla scheda madre ce ne sono altre collegate alla stessa mediante cavi: l'hard disk, il lettore di dischetti, il lettore di CD-ROM, il DVD, l'alimentatore etc…Sulla scheda madre sono presenti vari slot (le interfacce sulle quali sono montate le parti) nei quali vengono inseriti altri circuiti stampati come la scheda video, la scheda audio etc.. I componenti che vengono inseriti sulla scheda madre sono:
a)     Il microprocessore o CPU (Central Processing Unit), unità centrale di elaborazione, è l'unità che elabora i dati, diciamo il "cervello" del computer. La sua funzione è quella di eseguire calcoli a grande velocità e quindi, più questa è veloce maggiori saranno le prestazioni del computer. La velocità della CPU viene indicata in MHz (Megahertz) o in GHz (Gigahertz);
b)     La RAM (Random Access Memory) è la memoria dove la CPU colloca temporaneamente i risultati delle operazioni svolte. La RAM è una memoria volatile, perché conserva i dati solo fino allo spegnimento del computer. La grandezza della RAM viene misurata in Megabyte e più ne avete più grande è il numero di dati che la CPU potrà elaborare;
c)     Il BIOS  (Basic Input Output System) è uno dei componenti fondamentali della scheda madre, in quanto detiene le informazioni che consentono al computer di accendersi. E’ una ROM (Read Only Memory) memoria a sola lettura, che racchiude le istruzioni necessarie ad identificare i componenti istallati come la CPU, la memoria, l'hardware e permettere l'avvio del sistema operativo attraverso l'Hard Disk o altra periferica. L'insieme di queste operazioni che permettono l'avvio del computer viene chiamato POST (Power-On Self Test);



d) Il chipset ha la funzione di gestire lo scambio delle informazioni fra le diverse parti che compongono il computer. Il chipset è composto da due componenti distinti;



e)     La scheda video o VGA (Video Graphic Adapter) permette di vedere sul monitor (lo schermo) le informazioni elaborate dalla CPU. Con il tempo le schede video sono diventate sempre più potenti e performanti con memoria RAM integrata e, oltre a raccogliere le informazioni ricevute dalla CPU, ne elabora altre con un proprio processore grafico prima di inviare i risultati al monitor. Queste, possono essere collocate in uno slot dedicato della scheda madre chiamato PCI-Express (Peripheral Component Interconnect Express), nelle vecchie schede AGP (Accelerated Graphics Port) o, nelle ancora più vecchie, slot PCI (Peripheral Component Interconnect);

f)      La scheda audio ha il compito di sintetizzare i suoni da inviare alle casse acustiche o di registrare i suoni acquisiti da una fonte esterna (ad es. microfono). Questa scheda, solitamente integrata nella scheda madre, può essere alloggiata in uno slot PCI;

g)     La scheda di rete o LAN permette di collegare il computer ad altri computer o alla rete internet attraverso un router e, solitamente, è integrata nella scheda madre ed ha il connettore di uscita Rj45;

h)     L'HDD (hard disk drive) è un componente che conserva le informazioni presenti nel computer quando spento. Al suo interno le informazioni sono archiviate su dei dischi magnetici che ruotano con una testina che legge e scrive sugli stessi. La capacità degli hard disk si misura in Gigabyte e, ormai, in Terabyte. L'hard disk è collegato alla scheda madre per mezzo di un cavo piatto di colore rosso (Serial ATA), nei più vecchi era una piattina grigia larga quasi 5 cm (cavo IDE);








i)       Il lettore di dischetti (floppy disk drive), ormai obsoleto, era un supporto per memorizzare piccole quantità di dati (1,44 Mb) da trasferire da un computer ad un altro. Il floppy drive è collegato alla scheda madre per mezzo di un cavo piatto;

j)       Lettori CD-Rom (Compact Disc - Read-Only Memory) o DVD (Digital Versatile Disk) sono supporti in grado di immagazzinare dati in grandi quantità: 700 Mb i CD-Rom, 4,7Gb i DVD. Ormai in quasi tutti i computer è presente un dispositivo hardware, il masterizzatore, che permette di scrivere, a volte una sola volta a volte più volte, nei supporti DVD (Digital Video Disk). Tendenzialmente sono utilizzati per registrare Film e possono leggere anche i CD-ROM;
Penna usbk)     Esistono altri supporti per memorizzare i dati c.d. “chiavette USB” che ormai sono diffusissime. Si tratta di memorie flash che si collegano direttamente al computer per mezzo delle porte USB. I sistemi operativi più recenti possono leggere e scrivere queste memorie senza installare un programma per farle funzionare. La loro principale caratteristica è quella di memorizzare in poco spazio grandi quantità di dati (documenti, filmati, programmi, musica etc…). I modelli più diffusi consentono di memorizzare 64, 128, 256, 512 MB. Schede di memoria: CompactFlash, Smart Card, Memory Stick sono supporti molto simili per la memorizzazione dei dati. Vengono utilizzati dalle macchine fotografiche digitali o dalle telecamere come periferica di archiviazione. I dati registrati su queste possono essere trasferiti nei computer attraverso apposito cavo o inserendo la memoria in appositi lettori;
l)       L'alimentatore ha il compito di fornire diversi valori di tensione ai vari componenti del computer ed è raffreddato da un ventola;
m)   Le porte di comunicazione sono ubicate dietro al PC e sono saldate direttamente sulla scheda madre. Questi connettori permettono di collegare al computer le apparecchiature esterne, quali il mouse, la tastiere, la stampanti etc... Di regolala tutte le MB (Motherboard) hanno: due uscite seriali per il collegamento del mouse che vengono indicate come COM1 e COM2; un uscita parallele che consente il collegamento della stampante ed è identificata con la sigla LPT; due uscite PS/2 (connettore din a 6 pin che deriva dalla serie di computer IBM Personal System/2)  dove si collegano la tastiere ed il mouse; varie porte USB (Universal Serial Bus) che consentono il collegamento dei più svariati dispositivi (mouse, scanner, fotocamere digitali, ecc); porta Firewire che è una porta di comunicazione molto veloce solitamente utilizzata per trasferire dati dalle fotocamere e dalle videocamere digitali. Le periferiche che vengono collegate al computer possono essere dispositivi di input (ingresso) o output (uscita). I primi essenzialmente sono la tastiera ed il mouse, mentre i secondi sono il monitor, la stampante o le casse acustiche. MouseIl loro collegamento al computer può essere fatto tramite le porte di comunicazione (tastiera e mouse), altri invece richiedono la presenza di una scheda aggiuntiva montata sulla motherboard, come ad esempio la scheda video per il monitor, anche se non è sempre così in quanto possono essere integrate.